Kingdom Trust Nomina Fidelity Digital Assets per il custode Bitcoin dell’IRA di sua scelta

L’AUM di Fidelity, che si aggira intorno agli 8,1 trilioni di dollari, potrebbe ora trovare la sua strada in Bitcoin dopo che il gestore del fondo statunitense ha segnalato un probabile passaggio alle attività digitali.

Kingdom Trust ha nominato Fidelity Digital Assets

Kingdom Trust ha nominato Fidelity Digital Assets per alimentare il suo conto pensionistico Choice, lanciato di recente, che dispone di una serie di attività tra cui Bitcoin.

Fidelity agirà come depositario esecutivo, fornendo quindi servizi di conservazione a freddo ai clienti di Kingdom Trust Choice con una parte di Bitcoin Evolution agevolati dal punto di vista fiscale nel loro portafoglio. Questa mossa segna un’importante pietra miliare nel debutto dei servizi di criptaggio di Fidelity nel mercato retail, dopo essersi focalizzata sui clienti di livello istituzionale negli ultimi due anni.

La responsabile vendite e marketing di Fidelity – Christine Sandler – ha aggiunto quanto segue:

„Da quando siamo entrati nel mercato meno di due anni fa, abbiamo visto un significativo progresso nell’infrastruttura a supporto degli investitori in beni digitali, e un’evoluzione nella gamma di investitori che adottano beni digitali nei loro portafogli“.

Grazie a questa collaborazione, gli investitori retail che desiderano ritirarsi con una certa quantità di Bitcoin possono fare leva su Choice e avere le loro chiavi private memorizzate da Fidelity Digital Assets. L’AUM di Fidelity, che ammonta a circa 8,1 trilioni di dollari, potrebbe ora trovare la sua strada in Bitcoin dopo che il gestore del fondo statunitense ha segnalato un probabile passaggio alle attività digitali. Ryan Radloff, l’amministratore delegato di Kingdom Trust, ha sottolineato che ora sarebbe un buon momento per salire sul carro di BTC.

„Per chiunque stesse considerando Bitcoin come parte del proprio portafoglio pensionistico, ma stesse aspettando che l’infrastruttura maturasse e che i nomi familiari entrassero nello spazio, quel giorno è oggi“.

Mentre Fidelity Digital Assets aveva già esteso i suoi servizi

Mentre Fidelity Digital Assets aveva già esteso i suoi servizi alle istituzioni già nel 2018, la collaborazione con Kingdom Trust sarà la prima volta in cui i conti IRA autogestiti potranno accedere pienamente ai suoi servizi di custodia criptata. Tuttavia, i titolari dei conti di Kingdom Trust Choice potrebbero anche scegliere di investire i loro beni digitali all’interno dei conti di deposito o di custodirli privatamente attraverso una soluzione alimentata da Casa.

Il Radloff di Kingdom Trusts è ottimista sul fatto che Bitcoin sia solo il primo asset digitale ad essere integrato nella loro collaborazione con Fidelity Digital Assets:

„Custodiamo 20.000 beni unici, e la maggior parte di questi sono beni alternativi … Bitcoin è il primo bene che stiamo facendo insieme a Fidelity Digital Assets, ma non mi aspetto che sia l’ultimo“.